Logotipo HC Fertility
Abrir menú Cerrar menú
Ilustración HC Fertility

La chiami?

Botón Newsletter

Fecondacione in vitro (FIV/ICSI)

La fecondazione in vitro è una tecnica il cui scopo è migliorare la fertilizzazione. Durante il trattamento IVF / ICSI, gli ovuli sono rimossi dalle ovaie, fecondate con sperma in laboratorio elasciate in coltura tra 2 e 6 giorni prima di essere reinserite nell’utero della donna, come formadi embrione o blastocisti. La fecondazione in vitro può essere effettuata con due tecniche:

– La tecnica standard di fecondazione in vitro (IVF), che è indicata in una varietà di circostanze, ma soprattutto quando ci sono patologie che impediscono lo sperma di raggiungere l’uovo. Ciòpuò essere dovuto a un blocco o un danno alle tube di Falloppio, all’endometriosi senza raggiungimento della gravidanza dopo un trattamento medico o chirurgico, o in quei casi di disfunzione ovarica che impedisce la gravidanza dopo aver indotto l’ovulazione.

 

 

 

 

È indicata anche per quelle coppie dove l’uomo ha una moderata infertilità a causa di variazioni nel numero di spermatozoi, di mobilità e morfologia degli spermatozoi o coppie che hanno una sterilità non spiegata.

– La tecnica di iniezione intracitoplasmatica (ICSI), è indicata nei casi in cui lo sperma ha varie anomalie, quali ridotta mobilità degli spermatozoi (astenozoospermia), basso numero di spermatozoi (oligospermia) o anomalie in forma di spermatozoo (teratozoospermia). Tutte queste alterazioni possono causare problemi impedendo l’entrata in modo naturale nell’ovulo.

Le 4 fasi della fecondazione in vitro sono:

1. Stimolazione ovarica
Separator bar

È necessario ottenere più ovuli possibili nello stesso ciclo in modo di aumentare le possibilità di gravidanza. La stimolazione viene effettuata nel nostro centro attraverso la somministrazione di iniezioni e diversi ultrasuoni in modo da poter controllare lo sviluppo follicolare.

La durata del processo è in genere compresa tra 8 e 12 giorni, anche se essa dipende dalla risposta di ciascun paziente.

2. Estrazione di ovuli
Separator bar

L’estrazione degli ovuli avviene attraverso una puntura transvaginale sotto controllo ecografico. L’intervento dura normalmente circa 15 minuti e viene eseguito sotto sedazione. Il paziente sarà in grado di andarsene dopo un riposo di 2 ore.

3. Fecondazione in laboratorio
Separator bar

Gli ovociti sono ottenuti nel laboratorio IVF dove vengono inseminati, cio’ viene effettuato seconda la tecnica utilizzata FIV o ICSI . In parallelo, lo sperma è preparato per migliorarne e aumentarne le propie capacità.

Per FIV in maniera convenzionale (FIV), ovuli o ovociti vengono mantenuti con le cellule circostanti (cellule della granulosa) cio’ permette che lo sperma possa interagire con l’uovo per la fecondazione. Questi ovuli sono posti su piatto e lasciati a contatto con lo sperma.

Nel caso di esecuzione ICSI bisogna rimuovere le cellule circostanti l’uovo, in quanto ciò permette a l’embriologo di sapere quali sono le uova adatte per la loro microiniezione (ovocitimaturi) , inoltre esse non sono necessarie , poiché e’ sufficiente un singolo spermatozoo con caratteristiche appropriate per essere direttamente microiniettato all’interno di ciascun ovulo Gli ovociti fecondati sono confermati il giorno successivo. Da questo momento, gli embrioni sono tenuti nel tipo di cultura adatto al loro sviluppo . Gli embrioni possono rimanere in colturaper 2-6 giorni e, a seconda dei casi, saranno trasferiti allo stadio di cellule o di blastocisti.

Se gli embrioni hanno una membrana spessa gli embriologi consigliano la tecnica del “AssistedHatching”, cioè, ridurre lo spessore della membrana e quindi facilitare l’uscita dell’embrione dal suo involucro esterno per farlo aderire alla mucosa dell’utero .

4. Trasferimento degli embrioni
Separator bar

Dipendendo da casi particolari, verrà deciso il momento del trasferimento degli embrioni nel ventre materno. Secondo le caratteristiche degli embrioni e dell’endometrio, i medici e gli embriologi consiglieranno il giorno più appropriato per il trasferimento. Il trasferimento avviene in modo vaginale e non richiede l’anestesia, essendo una tecnica indolore.Due settimane dopo il trasferimento, viene eseguito un test di gravidanza. Se il risultato è positivo, il medico confermera’ il battito cardiaco del feto alla settima settimana , dopo di che si farà riferimento al proprio ostetrico.

Pensando ad un eventuale utilizzo futuro, tutti gli embrioni di buona qualità che non sono stati trasferiti saranno congelati.

Pulsante Guarda il video

Ultime notizie

Separator bar

Questo sito web vuole offrirti un'esperienza di navigazione unica e personalizzata. Ed è per questo che usiamo i cookie.